Interval Training Friburghese

img_20170614_194718_293

Necessità assoluta di incrementare la velocità aerobica massima ed avere una maggiore efficienza cardiaca?

Interval Training Friburghese

20′ Riscaldamento per la messa in modo.

Serie di allunghi per favorire l’assetto meccanico e il risveglio delle qualità da trattare.

4km alternando 200mt intensità 90% CM (un 3’25/30″ per me) per un rapido innalzamento della frequenza e 200mt di recupero ritmo dal 90% CM al 65% CM (4’/4’10” per me ritmo mezza) tale da favorire un recupero parziale che lascia però spazio ad un discreto accumulo lattacido. La frequenza cardiaca deve arrivare alla fine della porzione di recupero intorno ai 120 battiti per rendere efficiente il lavoro.

L’attenzione di questo carico è finalizzata alle ampie oscillazioni della frequenza cardiaca. Il cuore costretto a pompare più sangue per la richiesta di ossigeno nei muscoli, aumenta la sua gittata cardiaca e migliora la capacità speciali delle fibre muscolari.

Questo tipo di lavoro, che può essere svolto da 200 a 400mt e da 2km a 8 km, deve avere un recupero ottimale (non dimenticate mai la regola dei 120 battiti circa) e se ben eseguito, non solo migliora la velocità aerobica massima ma incrementa anche la capacità di resistenza alle velocità di gara (lavoro indicato specialmente per coloro che corrono le 10km) e l’attitudine mentale alla fatica.

15′ Defaticamento utile per fare mente locale sul lavoro fatto, cogliendone gli aspetti positivi e negativi per metterli in campo eventualmente la volta successiva. Il Defaticamento è utile anche come strumento per rientrare nei valori basali.

Questo tipo di carico è da proporre ad atleti già evoluti ma siete stuzzicati dall’idea di divertirvi giocando con le velocità, potete provare lo stesso facendo attenzione ai tempi di riferimento e ai recuperi.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *